skip to Main Content
info@giuseppegioe.it

Comunicazione per le aziende

L’importanza dei contenuti in una strategia efficace sul Web

In un mondo ogni giorno sempre più tecnologico e connesso, le aziende hanno sempre di più la necessità di sviluppare una strategia comunicativa di successo, per garantire la sopravvivenza del proprio business in un contesto commerciale sempre più competitivo.

Non tutti però riescono a comprendere il seguente concetto: quando implemento una strategia di comunicazione per un’azienda, devo avere ben chiaro che il contenuto deve essere differente a seconda dello strumento su cui verrà pubblicato. Infatti, uno degli errori più comuni, commessi dalle aziende o dai professionisti che seguono la loro comunicazione, è proprio quello di pubblicare uno stesso contenuto su piattaforme completamente diverse tra loro. Un contenuto ottimizzato per il blog aziendale non avrà gli stessi benefici se condiviso su Facebook o lnstagram! Dunque, quando si realizza un contenuto, è necessario seguire delle linee guida base a seconda del mezzo di comunicazione che l’azienda decide di utilizzare. Nelle prossime righe incentrerò il discorso sui 3 principali, ossia Social Network, Blog aziendale e Digital Pr.

Come si crea un contenuto di qualità per il sito web aziendale?

Come tutti ormai sappiamo, la quasi totalità delle persone, spinte da un problema o da una necessità, prima di acquistare un determinato prodotto o servizio, effettua una ricerca online in modo da raccogliere più informazioni possibili.

In questo caso, l’obiettivo di un’azienda non è soltanto quello di farsi trovare, ma anche, e soprattutto, di saper fornire all’utenza argomentazioni sempre più valide ed esaustive. Per realizzare un contenuto che funziona, questi sono i 2 step su cui consiglio sempre di focalizzarsi a colui che realizza il contenuto:

1. Raccolta dati (ricerche effettuate dagli utenti, interessi, necessità che i prodotti o servizi dell’azienda permettono di soddisfare, argomenti strettamente correlati al problema o necessità dell’utente, ecc.)

2. Focalizzarsi sul perché un potenziale cliente dovrebbe scegliere il prodotto/servizio dell’azienda. Quali sono i vantaggi che otterrebbe? In quanto tempo ed in che modo? perché dovrebbe scegliere il nostro prodotto/ servizio e non quello di un competitor? Realizzando contenuti in questo modo, si andranno a soddisfare le seguenti caratteristiche fondamentali: i contenuti definiscono i tuoi elementi distintivi e soddisfano le esigenze dei visitatori. In questo modo, oltre ad ottenere una maggiore possibilità di acquisizione clienti, sarà possibile anche migliorare il posizionamento del sito sui motori di ricerca come Google, in quanto, come più volte specificato dall’azienda americana, si va sempre di più verso un’ottica orientata all’utente.

Inizialmente, grazie al boom dei social network, visto l’enorme potenziale e la bassa concorrenza. si è cercato di interagire in qualunque modo e qualsiasi tipologia di utenza, con l’obiettivo di convertire il maggior numero possibile di persone, senza una vera e propria strategia. Ma le cose stanno cambiando e alcune aziende lo hanno già capito. C’è chi, infatti, ha iniziato a realizzare contenuti per i social network cercando di rimanere “veri”, spostando l’attenzione su mission e valore del Brand. Questo perché non si può piacere a tutti, non si possono coinvolgere tutte le tipologie di utenti. Attuando questa tipologia di strategia si fidelizzeranno tutti i consumatori che condividono i valori e la visione del mondo dell’azienda specifica. La cosa che più sconvolge è che, secondo uno studio realizzato da Netsertive su 350 piccole imprese campione negli Stati Uniti, vi è una grande difficoltà nello sfruttamento del potenziale dei Social Media. Infatti, il 49% delle piccole aziende americane non ha un reparto dedicato che si occupi della comunicazione sui social network. È impensabile considerare efficace, oggi, una strategia di web marketing che non includa professionisti di ogni specifico settore. L’idea che spesso le piccole aziende hanno di non poter competere con i big player e quindi di “soccombere mangiati dai giganti del settore” è sbagliata. C’è un posto per tutti, è possibile anche utilizzare le strategie di marketing dei grandi Brand e riadattarle ai propri standard. L’importante è puntare sul valore e sulla qualità, considerando sempre l’unicità del proprio servizio o prodotto offerto. Per realizzare un contenuto che funziona per i social network, questi sono i 2 step su cui consiglio sempre di focalizzarsi a colui che realizza il contenuto: 1. Raccogliere e analizzare più dati possibili, in quanto sono fondamentali nel processo di
preparazione della strategia migliore adattata al proprio Brand, ai propri standard e agli utenti a cui ci rivolgiamo. Soprattutto perché la personalizzazione dell’offerta in base alle preferenze del consumatore, consentono conversioni più alte. E la personalizzazione è il futuro del marketing. D’altronde, oggi, attraverso i dati CRM è possibile targettizzare in base ai dati demografici, comportamenti, siti visitati, app scaricate e
monitorare i dati sia online che offline.

  1. Realizzare un contenuto che sia in grado di catturare l’attenzione di una persona attraverso una novità o un prodotto che soddisfino un fabbisogno latente, in quanto, a differenza dei motori di ricerca, i social network vengono utilizzati dalle persone in maniera “passiva”: le persone scorrono tra una foto ed un’altra, tra un post ed un
    altro, che non risultano mai collegati tra loro, ma semplicemente scelti dalla piattaforma in base ad alcuni dati da loro elaborati.

Concludendo, vorrei ricordare l’affermazione di Bill Gates:
Content is king” e quanto sia ancora valida, una legge da seguire
ancor più di prima, infatti, in un mondo in continua evoluzione, i
mezzi di comunicazione cambiano, ma il focus va sempre mantenuto
sui contenuti! È una legge da tenere sempre a mente nel momento in cui si progetta una campagna di comunicazione per un’azienda, di qualsiasi settore.

Back To Top