skip to Main Content
info@giuseppegioe.it

Magic Keyboard

Tutte le tastiere funzionano, tuttavia scrivere per diverse ore con una tastiera di qualità migliora sensibilmente la qualità del lavoro e riduce la stanchezza. È un fatto inequivocabile che si impara quasi subito: in questo centra l’affinità con il Mac, la capacità delle dita di “imparare” la meccanica dei tasti e un’indescrivibile sensazione di piacere che, con alcuni tipi di tastiere appare e con altri no.

Dopo aver rimosso i cavi, Apple elimina le batterie sostituibili dai dispositivi di controllo dei sistemi Mac: tastiera, mouse e trackpad sono nuovi e ricaricabili.

Insieme ai nuovi iMac sono state aggiornate anche le periferiche di controllo con l’introduzione della nuova Magic Keyboard, del Magic Mouse 2 e del Magic Trackpad 2. Il primo elemento da sottolineare è l’abbandono delle batterie sostituibili con una batteria ricaricabile integrata, non rimovibile e con un’elevata veloci tii di ricarica (Apple stima che per il mouse due minuti di ricarica permettono di lavorare per circa nove ore). La ricarica e il peering dei dispositivi avviene attraverso il cavo Usb di tipo Lightning, mentre i dispositivi comunicano con i prodotti Apple sempre attraverso la connessione Bluetooth.

magic_keyboard

La Magic Keyboard presenta un layout dei tasti pressoché identico a quella di precedente generazione, mentre è stato cambiato il meccanismo di movimento dei tasti; si tratta di un sistema diverso s ia da quello classico sia da quello impiegato per la tastiera del Macbook, ma con un esperienza di utilizzo molto vicina a quest’ultima. II Magic Mouse 2 è esteticamente identico a quello precedente, mentre il Trackpad 2 introduce la tecnologia Force Touch anche in ambito desktop dopo che è stata introdotta nei Trackpad dei MacBook e MacBook Pro e.

Manca la retroilluminazione.Ce la aspettavamo tutti, molte fonti la davano quasi per certa, e invece non è stata inserita. Ci stava, non si può negarlo. Magari non sarà utile a tutti, ma personalmente l’avrei molto apprezzata. Con i LED non avrebbe consumato quasi nulla e si sarebbe – forse – potuto sfruttare il sensore di luminosità del Mac per “dire” alla tastiera quando accenderla. Inoltre ci sono i tasti F5 ed F6 senza funzioni dedicate: sarebbero stati già belli e pronti per gestirne l’intensità

In modo simile, sugli iPhone 6 e 6S con la tecnologia 3D Touch. ln pratica la superficie sensibile alle gesture è in grado di rilevare anche il livello di pressione e di restituire un feedback alla mano attraverso un meccanismo di vibrazione interno.
Di base gli iMac sono forn iti con Magic Keyboard e Magic Mouse 2, mentre per avere il Magic Trackpad 2 al posto del mouse è necessario aggiungere 60 euro; per avere entrambi i dispositivi il prezzo di acquisto sale di 149 euro.

Back To Top