skip to Main Content
info@giuseppegioe.it

Telecamere IP vs Telecamere analogiche

Hai la necessità di proteggere la tua casa, la tua azienda da accessi indesiderati e stai pensando ad installare un impianto di videosorveglianza? Questa semplice guida di aiutare a scegliere se installare delle telecamere IP oppure delle telecamere analogiche. Puoi utilizzare telecamere di videosorveglianza per interni ed esterni, in entrambi i casi riesci a trasmettere le proprie riprese tramite internet, però la qualità delle immagini che si possono ottenere utilizzando telecamere IP e la facilità di installazione fanno si che le telecamere analogiche piano piano stanno uscendo di scena a vantaggio delle telecamere IP. Le telecamere IP, inoltre hanno la capacità di trasmettere le proprie riprese attraverso Internet senza necessariamente essere connesse ad un video recorder.. Questo significa che una volta installate e configurate (bisogna configurare opportunamente il router adsl), consentono di monitorare un luogo da qualsiasi computer del mondo e finanche dai dispositivi mobili, come smartphone e tablet.

Inoltre, Generalmente i video analogici vengono trasmessi mediante costosi cavi coassiali, cavi proprietari in fibra ottica o sistemi wireless. In questi metodi la distanza influenza la qualità dell’immagine. L’aggiunta di altri elementi (alimentazione, input/output, audio) non fa altro che complicare la situazione.

Telecamere-ip

Invece, le telecamere ip, sono facilmente installabili e non devono essere collegate al computer per funzionare. Ne sono disponibili tantissimi modelli per tutte le tasche e tutte le esigenze. Vediamo come scegliere quella più giusta per ogni situazione e come distinguere bene le loro caratteristiche tecniche.

Le telecamere ip trasmettono le immagini acquisite tramite il protocollo TCP/IP quindi necessità di una rete di trasmissione dati che può essere condivisa con le altre apparecchiature informatiche presente nella struttura da video controllare. Le prime telecamere IP per funzionare necessitavano di essere alimentate in corrente, con l”avvento dello standard POE,  tramite un adattatore poco costoso oppure tramite l’utilizzo di uno switch Ethernet POE, possono sfruttare lo stesso cavo sia per l’alimentazione che per il collegamento alla rete.

Altra distinzione fondamentale di cui bisogna tener conto è quella fra IP camera da interno e IP camera da esterno. Per essere utilizzate all’aperto (es. in giardino), le telecamere devono essere resistenti alla pioggia, alle escursioni termiche e a tutti quei “disagi” a cui possono essere soggette fuori casa. A meno che non si desideri romperla in poco tempo, non è consigliabile utilizzare una telecamera da interno per altri scopi.

Le telecamere IP possono anche essere motorizzare (speed dome) che consentono di utilizzare una sola telecamera per coprire un angolo di vision molto grande prossimo a 360°

Coordinate GPS vimar-tvcc-kit-ip-16-canali-2-mpx

Prima di effettuare un acquisto, valuta con attenzione anche la qualità delle immagini catturate dalla IP camera. Come è abbastanza ovvio che sia, le telecamere con risoluzione HD (1280×720 pixel) offrono una maggiore nitidezza delle riprese ma quando la velocità della propria ADSL non è sufficiente a trasferire il flusso dei dati rilevati dalla telecamera IP, può essere conveniente optare per un’IP camera con risoluzione più bassa (es. 640×480 pixel) le cui immagini richiedono meno banda per essere trasmesse in remoto.

Rimanendo in tema di qualità delle riprese, è importante anche il formato in cui vengono catturate le immagini. Le IP camera generalmente supportano i formati H.264, MPEG4, MJPEG e JPEG (foto statiche), i quali offrono rapporti di compressione diversi. In linea di massima, il formato che offre il miglior rapporto fra peso e qualità dei file è quello H.264.

Un altro parametro fondamentale da valutare quando si sceglie una telecamera ip è il numero di  frame per secondo delle riprese (un numero più alto corrisponde a una maggiore fluidità delle immagini) e all’ottica della telecamera che denota, fra le altre cose, la sua abilità nel catturare immagini con scarsa illuminazione. Ricorda che un valore più basso corrisponde a un’apertura maggiore (f/2 è maggiore di f/2.8, tanto per intenderci).

Come si possono memorizzare le immagini acquisite dalla telecamera? Solitamente, le riprese delle telecamere IP vengono acquisite sul PC grazie ad appositi software forniti nella confezione di vendita del dispositivo. Alcuni modelli di IP camera, però, sono dotati di slot SD attraverso i quali è possibile registrare video direttamente su una memory card senza passare per altri dispositivi. Le soluzioni professionali prevedono Chi l’acquisto di un apposito registratore denominato NVR (Network Video Recorder) oppure di un NAS (Network Attached Storage) su cui riversare automaticamente le riprese.

La registrazione viene avviata automaticamente in quelle telecamere che sono dotate di motion detection, ossia di un sensore che rileva i movimenti nell’area monitorata e avvisa l’utente (via email) di quanto sta accadendo. Le IP camera equipaggiate con sensore PIR a infrarossi passivi possono rilevare le intrusioni anche in condizioni di scarsa illuminazione.

Quanto al comparto sonoro, è consigliabile optare per le telecamere con audio bidirezionale, le quali consentono di ascoltare quello che succede nell’area monitorata e, contemporaneamente, di comunicare attraverso il dispositivo usando il microfono del computer o il telefonino.

Per finire, ecco alcuni modelli di IP camera che offrono un buon rapporto qualità-prezzo. Scegli quella più indicata per le tue esigenze.

Back To Top